“INTEGRATORI” DI PROTEINE – Tipologie e differenze

PROTEINE

 

Funzione: Plastica / strutturale

Quando la catena è formata da + di 100 aminoacidi si parla di proteine

Quando la catena di aminoacidi è inferiore a 100 si parla di peptidi


Vantaggi rispetto agli alimenti:

1 Miglior digeribilità

2 Assenza di grassi

3 Non richiedono cottura

4 Maggior praticità

 

Fabbisogno proteico:

Tutti gli enti preposti alla determinazione di questo fabbisogno, sono concordi nell’affermare che:

  • Sedentario à 0,8g / kg di peso ideale/die
  • Sportivi à fino 2g / kg/die  (specialmente sport di potenza)

 

Come sceglierle:

1 % proteica

2 Fonte proteica

3 Metodo d’estrazione à tipo di proteina ottenuta

4 Eventuale aggiunta di ingredienti funzionali


Valore biologico delle proteine (VB)

PROTEINE

 


Tipi di proteine

 

PROTEINE

 

PROTEINE

 

PROTEINE

 


 Metodi di estrazione:

 

Metodi fisici (processi di filtrazione)

  • Microfiltrazione (concentrate)  80% con grassi e lattosio al 5%
  • Ultramicrofiltrazione  85%
  • Ultramicrofiltrazione a flusso incrociato (CFM) (isolate)  90%, grassi e lattosio < 1%

 

Metodi chimici

  • Scambio ionico  +90% / grassi e lattosio prossimi allo 0%

(Metodo che separa la proteina in base alla sua carica elettrica, ricava in maniera specifica la frazione proteica delle lattoglobuline, ma denatura le altre frazioni proteiche a causa della forte variazione di PH a cui viene sottoposta anche a causa dell’utilizzo di acidi durante il processo  (acido cloridrico).

Materie prime di qualità: Carbery, Volactive, DMV, Fronterra, New Zeland.


tasto-aquista-[Convertito]

Integratori proteici:

☞ Siero di latte

☞ Caseina

☞ Di origine vegetale

☞ Dell’uovo

☞ Della carne

☞ Blend di più fonti

Oppure visita l’intero store:

logo professionalnutritions

Lascia un commento

(required)

(required)