CALF MACHINE SEDUTO

calf

CALF MACHINE SEDUTO

ESECUZIONE:

Valgono le indicazioni di massima dell’esercizio precedente: (calf in piedi)

Avampiede completamente appoggiato sull’apposita pedana, talloni sollevati con caviglia in flessione dorsale massima, parte distale delle cosce ben in appoggio sotto le apposite imbottiture, larghezza dei piedi.

Anche in questo caso è inutile e rischioso intraruotare ed extraruotare la tibia per cercare un “isolamento” delle porzioni mediali o laterali del muscolo, cosi com’è rischioso dondolarsi avanti e indietro o compiere veri e propri slanci nel sollevare il carico, per l’entrata in gioco dell’estensione della zona lombare.

Meglio una contrazione a velocità naturale e controllata in tutte le sue fasi, salvo specifiche richieste.

Particolare attenzione:

Colonna vertebrale: Il rischio di estendere la schiena durante la fase eccentrica, e di fletterla o inclinarla in avanti durante la fase concentrica, è sempre presente, nonostante la posizione seduta.

Le ginocchia in linea di massima mantengono un angolo di 90° per tutta la durata del movimento e bisogna rispettare sempre il proprio R.O.M. fisiologico.

Lascia un commento

(required)

(required)